Home > I maestri > G. Basso

Alfonso Cossa

(chimico, 1833-1902)

Alfonso Cossa

Nacque a Milano il 3.11.1833 e morì a Torino il 23.10.1902.

Compì gli studi superiori presso il Collegio Borromeo e nel 1857 si laureò a Pavia in Medicina. Qui iniziò la carriera accademica come assistente di materia medica e botanica, poi come assistente di Chimica e infine come farmacista aggregato ed ebbe come maestro il chimico A. Kramer. Nel 1861 ottenne la cattedra di Chimica oltre alla direzione del locale Istituto tecnico. Nel 1866 fu mandato da Quintino Sella a Udine per dirigere l'Istituto tecnico e lì avviò la pubblicazione degli Annali del Regio Istituto Tecnico di Udine, espressione della cultura scientifica a livello dell'istruzione tecnica secondaria. Nel 1872 venne inviato a Portici per fondare la Scuola Superiore di Agricoltura e l'anno successivo fu chiamato a Torino come direttore della Stazione Agraria (in questa città fondò la rivista specializzata Le Stazioni sperimentali agrarie italiane per i tipi della Loescher) e come professore di Chimica agraria al Museo Industriale. Dal 1877 al 1881 ebbe l'incarico dell'insegnamento di Chimica inorganica per gli studenti di Matematica e Ingegneria presso la Facoltà di Scienze dell'Università di Torino, dove fu maestro di Corrado Segre. Dal 1882 fino alla morte tenne la cattedra di Chimica docimastica alla Scuola di Applicazione per gli ingegneri.  
Pubblicò oltre 130 lavori di argomenti diversi. Si occupò soprattutto di petrografia, di chimica mineralogica (diede il nome ad una varietà delle miche, la cossaite) e di chimica inorganica. 

Ancora studente aveva tradotto in italiano due importanti opere di chimica agraria di J. Liebig a testimonianza del suo interesse nei confronti dello sviluppo dell'agricoltura scientifica.  
      Fu membro dell'Accademia dei Lincei, del Consiglio superiore dell'Istruzione pubblica, di quello per l'Istruzione agraria e del Comitato geologico. A Torino fu socio e presidente sia dell'Accademia delle Scienze che di quella dell'Agricoltura.  

Fonti bibliografiche

G. P. Marchese, Cossa Alfonso, DBI 14, pp. 84-86; L. Cerruti, Alfonso Cossa, FSTD, pp. 186-188.