Donato Levi (matematico, 1834-1885)

Nacque a Torino nel 1834 e vi morý il 21.8.1885.

Nel 1856 si laure˛ presso l'UniversitÓ di Torino in Ingegneria idraulica e in Architettura civile. Insegn˛ quindi matematica in un ginnasio e, nel 1866, divenne dottore aggregato alla FacoltÓ di Scienze di Torino. Dal 1857 al 1885 fu assistente di Geometria proiettiva e descrittiva e dal 1883 al 1885 fu anche incaricato di Geometria proiettiva presso la medesima facoltÓ. Inoltre, per diciotto anni, fu assistente all'Osservatorio Astronomico di Torino.
Si interess˛ prevalentemente di geometria. Fra le sue pubblicazioni si ricordano i sunti delle lezioni di Geometria proiettiva, la dissertazione Alcune proprietÓ delle superfici rigate stampata in occasione dell'aggregazione e il discorso dal titolo: Alcuni ragionamenti della geometria moderna che lesse quando fu accolto nella FacoltÓ di Scienze e nel quale raccolse e rielabor˛ molte proprietÓ note delle superfici rigate. Collabor˛ inoltre ad alcuni lavori di carattere astronomico.

Fonti bibliografiche

M.T. Navale, Donato Levi, FSTD, p. 50.